Bernardino Ramazzini – Biografia e Bibliografia

Casa Editrice: MATTIOLI 1885
Anno: 2000 – Pagine: 144
Formato: cm 21,5 x 28 – Volume brossurato filo refe
medicina del lavoro

20,00 

Esaurito

COD: mt0003 Categoria: Tag:

Descrizione

Primo volume della collana “Ramazzini Library”. Dedicata alla vita e alle opere di Bernardino Ramazzini, riconosciuto fondatore della medicina del lavoro, è opera del Professor Pericle di Pietro, illustre conoscitore del grande Maestro carpigiano. In lingua italiana e in inglese. Presentazione: Il Giornale Europeo di Oncologia pubblica questa monografia dedicata a Bernardino Ramazzini (biografia e bibliografia) (GEO/EJO Library, Vol. 1), ad opera del Professor Pericle Di Pietro, illustre conoscitore della vita, delle opere e della eredità culturale del grande Maestro carpigiano. Questa monografia era stata richiesta all’illustre studioso dal Collegium Ramazzini. Il testo esce in lingua italiana e in traduzione inglese, ed è illustrato da alcune figure che riproducono in maniera essenziale una documentazione originale. I Direttori Scientifici della Rivista sono profondamente grati al Professor Di Pietro per l’impegno profuso a scrivere un testo, che certamente rimarrà un punto di riferimento nella storiografia di Bernardino Ramazzini. Il contributo di Ramazzini rappresenta una grande pietra miliare nella storia della medicina. Ramazzini non solo è il riconosciuto fondatore della Medicina del Lavoro; è anche Colui che con precisione ha indicato che molte malattie sono di origine esogena e perciò prevenibili, e che ha introdotto con assoluta originalità e con forza il concetto che “Longe praestantius est praeservare quam curare, sicut satius est tempestatem praevidere ac illam effugere quam ab ipsa evadere”, cioè che “è di gran lunga più conveniente prevenire che curare, poiché è più agevole prevedere la malattia ed evitarla, che liberarsi da essa”. La lezione di Ramazzini rimane oggi di grande attualità come capita per l’opera dei grandi pionieri che hanno anticipato la storia. Le ragioni per cui una rivista di oncologia, come è la nostra, ha ritenuto opportuno, ed anzi un suo compito preciso, pubblicare la monografia “Bernardino Ramazzini” sono molteplici. Innanzitutto i tumori sono oggi una malattia in larga misura di origine esogena: infatti la dimensione epidemiologica che essi hanno assunto nei nostri tempi è dovuta, oltre che all’invecchiamento delle popolazioni, anche all’inquinamento ambientale e agli stili di vita, caratteristici dell’era industriale. Inoltre nell’attuale scenario molte delle popolazioni a maggiore rischio di cancro sono proprio categorie di lavoratori dell’industria. Ancora, siccome molti tumori sono causati da agenti esogeni e quindi rimovibili, essi rappresentano un esempio emblematico di malattia per il controllo della quale la prevenzione rappresenta il maggiore e più incisivo intervento. Non va dimenticato, infine, il contributo specifico di Ramazzini all’Oncologia, con quella che può essere considerata storicamente la prima ricerca “epidemiologica eziologica” oncologica, e cioè l’osservazione di un aumento del rischio di cancro mammario nelle monache, anticipando così di circa due secoli e mezzo l’evidenza scientifica che il rischio mammario è strettamente connesso alla storia riproduttiva e ormonale della donna e, in maniera più specifica, che le nullipare rappresentano una fascia di popolazione a maggiore rischio.

Recensioni

Ancora non ci sono recensioni.

Recensisci per primo “Bernardino Ramazzini – Biografia e Bibliografia”

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.